23.319 negozi, ditte, professionisti ed imprese a Bologna

Trova indirizzi, numeri di telefono e informazioni sulle aziende e i negozi di Bologna

C.f.e. Srl
Motori Elettrici e Componenti
210, Via della Beverara 40131 - Bologna (BO)
0516342367
2, Piazza Trento e Trieste 40137 - Bologna (BO)
051392009
Via del Triumvirato 23/7a 40132 - Bologna (BO)
051312031
Tutela Famiglia
Associazioni di Volontariato e di Solidarieta'
Via Piero Gobetti 27 40129 - Bologna (BO)
3411131007
203/2, Via Andrea Costa 40134 - Bologna (BO)
0516147483, 0516147483
Carlino Giorgio
Orologerie
189/A, Via Augusto Murri 40137 - Bologna (BO)
0516231683
Computer Wizard
Consulenti Informatici
14, Via della Ghisiliera 40131 - Bologna (BO)
0516198901, 051553366
Ricci Rag.andrea
Consulenza Amministrativa Fiscale e Tributaria
Via Mazzini 4 40138 - Bologna (BO)
051345843
Educare e Crescere
Asili Nido
Via Paolo Costa, 20 Bologna 40137 - Bologna (BO)
051398879
G.massarenti 135/2/e 40138 - Bologna (BO)
051533573, 051533573, 051533573

Potrebbero interessarti questi articoli:

Aggiungi la tua azienda
GRATIS per sempre

Mappa del comune di Bologna

Informazioni sulla città di Bologna

Abitanti
23.326
Regione
Emilia Romagna
Provincia
Bologna
Prefisso
051
Codice ISTAT
A944
Superficie
140,86 kmq
Altitudine
54 msl
CAP
40137

Bologna

Bologna

Le fonti attribuiscono attribuiscono agli Etruschi di Tarquinia o di Perugia l’espansione nella Pianura padana e la fondazione di Felsina (Bologna), successivamente la città fu dominata dai Galli, in seguito dai Romani, ma è stata anche nel medioevo un centro urbano di considerevole importanza.

Il nome Felsina deriva dal re Fèlsino, principe etrusco che, durante il VI secolo a.C., con il suo esercito si insediò nel territorio. La popolazione etrusca bonificò le paludi, sostiturono le capanne con edifici realizzati in mattoni e crearono un centro urbano organizzato rendendo Felsina una delle città più potenti e ricche di tutta la regione.

Fèlsina fu successivamente invasa dai Boi, una popolazione celtica dell'Età del ferro originaria dell'Antica Gallia, che riportarono la città al primitivo stato selvaggio che l’aveva contraddistinta prima dell’arrivo degli Etruschi, per circa tre secoli Fèlsina fu dominata da questo popolo.

Il popolo romano però stava diventando sempre più forte e dopo la vittoria sui Cartaginesi, in seguito ad estenuanti e lunghe battaglie conquistarono la città di Felsina che rinominarono Bononia il cui significato è “terra ricca di ogni bene”.

La città tornò con i romani ad essere una delle maggiori città in Italia grazie anche alle opere che questi edificarono: templi, teatri, acquedotti, bagni pubblici e strade di cui la più nota è la Via Emilia, che in seguito diede il nome a tutta la regione.

La Via Emilia fu fatta realizzare dal console Marco Emilio Lepido nel 187 avanti Cristo.

Dopo la caduta dell’Impero Romano provocata dall’invasione dei Barbari Bononia era quasi completamente distrutta. Fu il vescovo Petronio che è oggi il Santo Patrono della città che ne fece ricostruire una piccola parte, ma la città aumentò di popolazione crescendo anche nel perimetro e Bononia continuò ad essere una delle città più autorevoli d’Italia e nel ’XI secolo l’Imperatore Teodosio vi fondò la prima Università d’Europa.

Città dove vi è un'atmosfera calda ed antica soprannominata la Dotta (per la presenza dell'università), la Grassa (per la sua arte culinaria famosa in tutto il mondo), la Rossa (per il colore dei tetti e delle case tipici dell'epoca medioevale) a Bologna è d'obbligo visitare:

Piazza Maggiore, il centro della città e della vita dei Bolognesi

La Torre degli Asinelli e la Torre Garisenda, situate in modo strategico nel punto d’ingresso in città dell'antica via Emilia, le due Torri sono il simbolo della città un tempo chiamata "la turrita" per la presenza di 100 torri e case/torri edificate nel Medioevo, oggi rimangono solo una ventina di torri.

I Portici di San Luca, 40 km di porticato che la rendono la città più porticata al mondo

La Pinacoteca Nazionale di Bologna dove è racchiusa la maggior parte dell'arte italianadal medioevo fino all'Ottocento.

I canali di Venezia, poco noti, ma talmente suggestivi da ricordare Venezia

La Basilica di San Petronio la chiesa più importante ed imponente di Bologna che è anche la quinta chiesa più grande del mondo.

Bologna offre molto di più, dedicatele un viaggio, ognuno dei suoi aggettivi sarà oggetto di sorprese dedicatevi alla Dotta, alla Grassa e visitate la Rossa: non rimarrete delusi.

I cookies ci permettono di fornirvi un servizio migliore e dei contenuti personalizzati. Proseguendo con la navigazione su Aziendit.com, accetti il loro utilizzo
Accetta Cookies